BMA – NEWS 2016

L’idea di Business Meets Art è nata nel 2011 dall’esigenza di parlare in Friuli Venezia Giulia di SPONSORIZZAZIONI CULTURALI e di COLLABORAZIONI TRA ARTE E IMPRESA, perché qui non lo faceva nessuno. E neanche nel resto d’Italia c’era molta attenzione. Infatti le risposte che ricevevamo allora erano: a chi vuoi che interessi?!
Abbiamo organizzato con dedizione e passione tre edizioni di una manifestazione che ha cercato di portare a Udine fra i più interessanti progetti e pensieri in questo settore. L’abbiamo fatto con mente aperta, confrontandoci senza preconcetti con altre realtà locali, nazionali ed internazionali. Nel frattempo è stato ideato un premio, per dare maggior visibilità alle aziende virtuose, ma abbiamo anche iniziato un nostro percorso imprenditoriale – con Innovazione Creaativa – per poter lavorare concretamente sulla realizzazione di progetti di arte e impresa, mantenendo separata la natura associativa di ETRARTE.
Ora siamo nel 2016 e sono cambiate molte cose, sono stati fatti molti passi avanti e il tema è molto in voga. La nostra Regione riconosce le sponsorizzazioni tecniche nei suoi bandi di contributo, in Italia una nuova realtà (il premio Cultura+Impresa) ha in qualche modo riempito il vuoto lasciato dall’apripista nazionale del settore (Sistema Impresa Cultura, Bondardo Comunicazione), a Milano l’unione di grandi aziende che investono in promozione ha lanciato il progetto UPA per la Cultura e sono nate molte altre manifestazioni e iniziative sulla stessa scia, come Break-in the Desk, Cultura Impresa Festival e sicuramente molti altre che non conosciamo direttamente.
Buone notizie? Certamente sì per alcuni aspetti: la circolazione delle idee è buona cosa e sicuramente alcuni pregiudizi, sia dal lato aziendale che da quello artistico, sono caduti. Ma quando qualcosa diventa di moda, la qualità passa – a volte – in secondo piano. Alcuni progetti sono molto buoni (vedi la collaborazione fra Confindustria Veneto e la Fondazione Bevilacqua La Masa), altri sono più ruffiani o datati.

A questo punto, comunque, BUSINESS MEETS ART SI PRENDE UN ANNO SABBATICO.

Probabilmente non c’è più bisogno della nostra manifestazione e della ricerca che veniva fatta.
Nella sola città di Udine, sono almeno tre le realtà nate in questi anni, CREAA, la nostra start up, On Art, realtà attiva grazie alle competenze del commercialista Gino Colla, e Gli Ergonauti, neonata associazione di industriali che cerca di creare interesse verso la progettualità culturale. Si tratta di punti di vista diversi e possibilmente complementari. Per quanto ci riguarda, privilegiamo la ricerca e la progettualità di qualità ed è proprio questo che offriamo ai nostri partner. Negli anni abbiamo infatti aperto delle collaborazioni molto importanti che ci hanno permesso di mutuare modelli validati internazionalmente (Fondazione Ermanno Casoli, Tillt, MACLab) e di venire invitati in prestigiosi contesti, come Mediaregata in Russia (Медиарегата).
Un grande amore e una grandissima passione ci lega al nostro territorio, dove abbiamo portato alcune delle migliori esperienze, spesso precorrendo i tempi! Siamo orgogliose di essere state fra le primissime a riconoscere il valore di questa ibridazione, ma non è stato un caso, perché leggendo i vari programmi di Business Meets Art, appare ben chiaro quale sia il potenziale e la qualità della nostra ricerca. Non è fortuna, ma professionalità!

©pz150129_BMA_012Cogliamo l’occasione per ringraziare davvero sinceramente tutte le persone che hanno contribuito finora a questo progetto (non riusciamo a elencarle tutte, ma davvero grazie).

In queste tre edizioni, abbiamo cercato di dialogare con un numero altissimo di realtà. Vogliamo ricordarle: Aipem, Assessorato alla Cultura Regione FVG (Gianni Torrenti), Assessorato alla Cultura Comune di Udine (Federico Pirone), Associazione Albergatori Udinesi, Associazione Culturale Modo, Banca Popolare di Cividale, Bellina Informatica, Civici Musei Udine, Confartigianato Udine, Confcommercio Udine, Confindustria FVG e Confindustria Udine, Factory Banca Manzano, Fondazione Ermanno Casoli, Friuli Future Forum, Friuli Innovazione, Friuli Venezia Giulia Turismo, Instagramers Friuli Venezia Giulia, Il Sole 24 ORE, Le Bugi Shop, MACLab Cà Foscari, Mattatoioscenico, On Art Srl, Osteria Ex Provinciali, Palma Chairs, penlab.it, Provincia di Udine, Safarà Editore, Tafter, Tribeca Travel Factory, TRIESTEALLNEWS, Trieste Contemporanea, Udine20, Venezie Post, Visionario, Volpe Pasini, Web Radio Università degli Studi di Udine.
Inoltre molte associazioni culturali ci hanno aiutato a promuovere le tre edizioni di Business Meets Art, vogliamo citare anche loro: art ex dono, Associazione culturale Spaesati, Centro Espressioni Cinematografiche, CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia, DoubleRoom, Euritmica, Homepage Festival, Kaleidoscienza, Macross, Risorse Umane Europa, Vicino/lontano.
Ci scusiamo se abbiamo dimenticato involontariamente qualcuno.
In realtà noi siamo sempre attive, sia con Etrarte, che con Creaa. Cerchiamo di lavorare con serietà e onestà intellettuale, rispettando la professionalità degli artisti e delle altre persone con cui collaboriamo. Cerchiamo le idee e i professionisti migliori. Se siete curiosi di sapere su cosa stiamo lavorando ora e avete voglia di idee nuove e fresche, incontriamoci per costruire insieme! Ci trovate nel nostro ufficio in centro a Udine.

Se avete voglia di collaborare con noi, ne saremo ben felici, contattateci! Grazie e a presto

Federica Manaigo / Elena Tammaro

 

 

Atti dei convegni

Scarica gratuitamente gli atti di tutte le edizioni di Business Meets Art

BMA1 – Atti del convegno
BMA2 – Atti del convegno
BMA3 – Atti del convegno

Guarda i video della terza edizione

Tutti i video sono disponibili nel nostro canale youtube